Log Cabin Party by Paolo Dalle Piane
Welcome! You are browsing as a guest
Create a free account to see projects made from this pattern and more... What am I missing?

Log Cabin Party

Knitting
March 2015
filato DK/Worsted in molti colori
DK/Worsted weight yarn in many colors
DK (11 wpi) ?
10 stitches and 20 rows = 4 inches
in maglia legaccio - garter stitch
US 7 - 4.5 mm
44 - 49 yards (40 - 45 m)
19 x 19 cm di lato / 7 1/2" x 7 1/2" square
This pattern is available for €2.00 EUR buy it now

Il pattern verrà distribuito gratuitamente durante l’omonimo evento “Log Cabin Party”, organizzato da Corrado Tedeschi Editore.
Per maggiori dettagli e iscrizioni, clicca qua.

Per ogni quadrato occorrono circa 40 metri di filato di peso DK/worsted (per ferri da 4,5 - 5,5 mm) per cui puoi utilizzare tutti i tuoi avanzi di questo tipo.

La misura del mio “Log cabin twins” è 19 x 19 cm (senza bordo) e, al termine di ogni quadrato, le maglie in lavoro sono 36 per lato, quindi è piuttosto veloce da eseguire. Per realizzarlo occorre saper:

  • avviare le maglie
  • fare la maglia dritta
  • chiudere le maglie

Il punto principale è difatti la maglia legaccio, che si esegue lavorando sempre a dritto sia nei ferri di andata che di ritorno. La maglia legaccio è intervallata da due punti passati, molto facili da eseguire, poiché si tratta solo di passare le maglie come per volerle lavorare a rovescio. Il quadrato si inizia dalla parte centrale e poi, una alla volta, vengono eseguite le sezioni intorno a questo proseguendo in giri concentrici.

Per rifinire il sottotazza o la tovaglietta (o qualunque altra cosa tu desideri fare), puoi guarnire il perimetro dell’oggetto con tecnica “chiusura a legaccio” per ottenere un bordino elastico e con lo stesso punto usato per il log-cabin (la m legaccio). Trovi la spiegazione della chiusura a legaccio al termine del pattern.
In alternativa, puoi utilizzare un bordo realizzato con chiusura “I-cord”, ben illustrata da Valentina Cosciani in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=6BguRLhkl-o

Questo, oltre che un pattern, vuol essere una “ricetta” sempre valida per ottenere un bel log-cabin in cui, come in tutte le tecniche patchwork, è indispensabile avere un buon senso del colore.

Una volta che avrai scelto i colori “giusti” per il tuo log cabin, avrai già fatto (quasi) tutto il lavoro più difficile.
Nel pattern ho incluso una parte introduttiva “preparazione del lavoro”, per dare qualche indicazione in proposito. Il resto, al solito, è lasciato alla tua fantasia!